Guida all’acquisto dei grammofoni: caratteristiche, funzioni, accessori, fasce di costo, marche

Al giorno d’oggi esistono una miriade di modi per ascoltare la musica, alcuni sono totalmente passati di moda, altri sono facili e veloci. Hai mai pensato di ascoltare la musica dando anche un tocco retrò alla tua casa? Scegliere un grammofono regalerà stile al tuo soggiorno e vi permetterà di ascoltare la musica di una volta e di oggi con una frequenza e un suono totalmente unici! Il mercato online di oggi offre una buona varietà di tipi di grammofono, sia originali e d’antiquariato che modelli nuovissimi: riproduzioni in stile d’epoca dotati di nuove tecnologie, funzionali ed accessibili. Vediamo insieme le caratteristiche, funzioni, accessori, costi e marche di questo fascinoso apparecchio!

Il rivoluzionario “canta dischi”

Il primo brevetto di questa “macchina cantante” deriva dal genio di Emile Berliner e risale al 1887. Ai tempi l’innovativo apparecchio spopolò sul mercato affondando le vendite del fonografo di Edison, lievemente più datato. La qualità dell’audio proposta dal geniale inventore della lampadina era però ancora scadente: nonostante il fonografo sia a tutti gli effetti il padre degli apparecchi di riproduzione musicale, il grammofono fu il primo apparecchio di riproduzione a servirsi di dischi!

Qual’è stata la rivoluzione dell’utilizzo del disco offerta dal grammofono?

  • Offrire una riproduzione più limpida
  • Mantenere una velocità costante
  • Occupare molto meno spazio!

Grammofono d’antiquariato, copia d’epoca o modello contemporaneo?

In caso tu non abbia idea di quale grammofono comprare, innanzi tutto dovrai scegliere tra un grammofono originale e una riproduzione d’epoca, considerando i vari pro e contro. Per i primi dovrete indubbiamente rivolgervi al mercato dell’usato, mentre per quanto riguarda i secondi potrete scegliere di acquistarne uno anche nuovo di zecca. Bisogna sempre tenere di conto che ci sono delle grandi differenze di prezzo tra i grammofoni originali e le riproduzioni.

Più rari e con prezzi sia sostenuti che accessibili sono i grammofoni di nuova tecnologia, dall’estetica completamente innovativa e con caratteristiche tecnologiche differenti dai modelli precedenti.

Se scegliete di evitare i mercatini dell’antiquariato, in seguito troverete tutti i migliori siti in cui effettuare la vostra scelta!

Se desideri un oggetto unico, elegante e raro, allora un grammofono antico e è quello che fa per te!

Se invece cerchi qualcosa di più economico ma al contempo più resistente e funzionale, allora stai cercando una riproduzione d’epoca

Caratteristiche estetiche e prezzi: accessori funzionali e decorativi!

Dal punto di vista estetico e tecnologico esistono diversi tipi di grammofono, con accessori e particolarità differenti. A seconda del prestigio delle rifiniture, degli accessori inclusi nel prodotto e del valore storico e artigianale, le fasce di costo possono variare moltissimo: si parte dai 100 euro per una riproduzione d’epoca economica, fino ad arrivare al quadruplo, o addirittura molto di più, per oggetti originali d’epoca di grande valore e rarità!

Fin dalla sua invenzione questo oggetto è stato pensato per la sua potenzialità di migliorare l’arredamento della casa, per questo il grammofono è disponibile in vari materiali e con diversi accessori che ne cambiano le funzionalità, il colore e la bellezza.

In generale i grammofoni d’antiquariato e le riproduzioni d’epoca si differenziano per alcune caratteristiche legate ai materiali, agli accessori e alla forma di determinate parti dell’apparecchio:

Forma della base

  • Quadrata
  • Esagonale
  • Ottagonale
  • Circolare
Accessori e ornamenti

  • Ornamenti in alluminio chiodato
  • Ornamenti in legno
  • Grammofono con manovella
  • Tromba d’ottone
  • Tromba argentata

Come funzionano i grammofoni?

Ovviamente le funzioni dei grammofoni cambiano a seconda del tipo di modello e dagli accessori.

Il grammofono a manovella è costituito da un piatto centrale che gira costantemente grazie ad un meccanismo a molla. Sul piatto viene posizionato il disco, che a seconda del modello di grammofono può variare di dimensioni. I dischi che si utilizzano con il grammofono sono a 78 giri, anche se una volta si utilizzavano dischi differenti: i primi erano addirittura in cera con materiale a conduzione elettrica in superficie. Dopodiché si è iniziato ad utilizzare i dischi in vetro, fino ad arrivare ai vinili, utilizzati ancora oggi per questo tipo di apparecchi.

Dal punto di vista tecnico i grammofoni possono essere di tre tipologie:

Il grammofono meccanico: il più classico e diffuso costituito da portadischi, motore e amplificatore “a imbuto”

Il grammofono elettrico: versione più innovativa e senza l’obsoleto motore a molla, dotato anche di altoparlante

Il radiogrammofono: nato dall’unione di un grammofono elettrico ed un radio ricevitore; in grado di unire la funzione del giradischi a quello della classica radio

Le marche storiche e contemporanee più famose

Dopo che Berliner ultimò la sua invenzione, anche Edison si inserì nel mercato dei grammofoni con i suoi brevetti: ma il primo prodotto diffuso per le masse fu ad opere di un’azienda statunitense, la celebre Columbia. Il prodotto divenne estremamente popolare in Europa, affermandosi soprattutto in Francia con la celebre marca Phatephonés. 

Dopo la seconda guerra mondiale iniziarono ad affermarsi una miriade di altre marche in grado di proporre un apparecchio dalle diverse caratteristiche estetiche e tecnologiche. Il grammofono è stato un oggetto molto venduto fino agli anni ’60, per poi ritornare grandemente alla moda in tempi recenti. Infatti negli ultimi tempi nuove aziende hanno pensato anche a brevetti totalmente innovativi, con un design speciale, sia futurista che minimalista.

Considerazioni finali sul prodotto 

Sperando che questa guida sia stata di ottimo aiuto cerchiamo di delineare insieme le caratteristiche generali su questo poliedrico prodotto, al fine di aiutarti ad completare il tuo acquisto!

Essendo un oggetto con un valore storico importante, può essere un’ottima idea comprare un grammofono d’epoca consultando siti di antiquariato; è importante però ricordarsi che i grammofoni originali possono essere molto cari e al contempo non troppo indicati alla riproduzione. Un oggetto così antico potrebbe avere difficoltà a riprodurre adeguatamente i dischi, inoltre potrebbe risultare estremamente delicato, di conseguenza dev’essere un acquisto consapevole; comprate un grammofono d’epoca solamente se pensate di essere in grado di maneggiarlo, oppure se volete utilizzarlo esclusivamente come un pezzo d’arredamento d’alto valore!

Se si sceglie una riproduzione storica si può essere sicuri di star maneggiando un oggetto nuovo e resistente, inoltre le marche che offrono questo tipo di prodotto danno la possibilità di scegliere tra vari tipi di grammofoni, con i diversi accessori, colorazioni, rifiniture ed ornamenti. Inoltre, i grammofoni di nuova produzione sono disponibili anche in versioni molto innovative, con estetica e funzionalità moderne, con tratti hi-tech e minimalisti, con colorazioni e ornamenti accesi e sgargianti oppure eleganti e soffusi.

Pietro Pinzani, 26 anni, ha da quando è piccolo una grande passione per la scrittura e per la musica. Dopo aver lavorato per qualche anno nella redazione di un istituto culturale che promuove eventi musicali, ha deciso di iniziare a scrivere articoli di ogni tipo. Fin da piccolo ha sempre manifestato il suo interesse per la musica, suonando chitarra e pianoforte e cantando sia come solista che in gruppo musicale. Ogni sera prima di addormentarsi ascolta qualche pezzo da un album di musica classica o ambient.

Back to top
menu
Scelta Grammofono